BANDO ISMEA: finanziamenti per investimenti nella produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

Il nuovo BANDO ISMEA incentiva progetti di investimento da parte di società di capitali, anche in forma cooperativa che operano nella produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

Soggetti beneficiari

  • società di capitali, anche in forma cooperativa, che operano nella produzione agricola primaria, nella trasformazione di prodotti agricoli e nella commercializzazione di prodotti agricoli;
  • società di capitali, anche in forma cooperativa, che operano nella produzione di beni prodotti nell’ambito delle relative attività agricole;
  • società di capitali partecipate almeno al 51% imprenditori agricoli, cooperative agricole a mutualità prevalente e loro consorzi o da organizzazioni di produttori, ovvero le cooperative i cui soci siano in maggioranza imprenditori agricoli, che operano nella distribuzione e nella logistica, anche su piattaforma informatica, dei prodotti agricoli.

Investimenti ammissibili

Gli investimenti ammissibili possono riguardare una o più unità produttive relative ad uno stesso soggetto beneficiario e comprendono le seguenti tipologie:

  • investimenti in attivi materiali e immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
  • investimenti per la trasformazione di prodotti agricoli e per la commercializzazione di prodotti agricoli;
  • investimenti concernenti beni prodotti nell’ambito delle relative attività agricole;
  • investimenti per la distribuzione e per la logistica, anche su piattaforma informatica, di prodotti agricoli;
  • investimenti per la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti agroalimentari.

Spese ammissibili

  • Costruzione, acquisizione, incluso il leasing, o miglioramento di beni immobili;
  • Acquisto o noleggio con patto di acquisto di macchinari e attrezzature, al massimo fino al loro valore di mercato;
  • Costi generali collegati alle spese, come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, onorari per consulenze sulla sostenibilità ambientale ed economica, compresi studi di fattibilità; gli studi di fattibilità rimangono spese ammissibili anche quando, sulla base dei loro risultati;
  • Acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.

Entità dell’agevolazione

Gli interventi finanziabili devono essere di valore compreso tra 2 milioni e 20 milioni di euro. L’agevolazione prevede l’erogazione di mutui a tasso di interesse agevolato e con durata fino a 15 anni, di cui fino a cinque anni di preammortamento, di importo fino al 100% delle spese ammissibili.

I finanziamenti sono erogati per stato di avanzamento lavori (SAL), subordinatamente all’effettiva realizzazione della corrispondente parte degli interventi ritenuti ammissibili. I SAL possono essere fino a un massimo di cinque, ciascuno di importo non inferiore al 10% e non superiore al 50% del valore dell’investimento da realizzare.

Scadenza

Il termine ultimo per la presentazione delle domande di finanziamento è fissato al 20 maggio 2019, entro le ore 12:00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: